Gestione di Musumeci e Razza inadeguata, mozione di censura rappresenta limite di questo Parlamento

GUARDA IL VIDEO DEL MIO INTERVENTO

La gestione dell’emergenza Covid nella seconda ondata da parte del presidente Musumeci e dell’assessore Razza è stata inadeguata. Per mesi abbiamo cercato in maniera responsabile di consigliare l’assessore dando anche delle soluzioni: potenziamento della medicina territoriale, puntare sulla riabilitazione del paziente post Covid, prevedere Covid center e non smantellare i reparti ordinari.

Gli operatori sanitari, che dobbiamo sempre ringraziare, sono rimasti da soli, come i giovani medici delle USCA, o come i professionisti della sanità siciliana che hanno chiesto di non svuotare i reparti, sono rimasti inascoltati. Avevamo, nella prima ondata, ottenuto del tempo prezioso e avevamo chiesto di non perderlo. Purtroppo la Sicilia adesso arretra e l’atteggiamento è stato arrogante, anche verso il Governo nazionale.

Questa mozione di censura rappresenta il limite del Parlamento. In un momento di pandemia e di crisi economica la classe dirigente siciliana dovrebbe discutere di cosa fare per risolvere i problemi. Invece, in un clima surreale, come quello che abbiamo visto ieri, questa mozione non avrà alcun risvolto politico ma sicuramente i siciliani e la stessa maggioranza hanno sfiduciato l’assessore, anche perché se si votasse in maniera libera la maggioranza parlamentare non terrebbe Razza nemmeno un secondo.

All’assessore Razza dico di costruire un dialogo anche con le opposizioni per risolvere questa crisi. Sbagliare è umano, perseverare è diabolico.