Coronavirus: la digitalizzazione a supporto di cittadini e imprese

Imprese e associazioni hanno messo e metteranno a disposizione servizi gratuiti con l’obiettivo di ridurre l’impatto sociale ed economico del coronavirus. E’ possibile infatti accedere ai servizi e alle soluzioni innovative grazie all’iniziativa di solidarietà digitale del Ministro per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione. 

Da Ibm a Cisco, da Tim a Vodafone, da Wind3 a Fastweb, da Microsoft a Mondadori, da Weschool a Italiaonline, da Amazon Web Services a Helbiz  sono sempre più numerose le aziende che hanno deciso di aderire alla piattaforma lanciata dal Ministero dell’Innovazione, mettendo a disposizione gratuitamente alcuni servizi.

I servizi offerti da Solidarietà Digitale

Le iniziative, i servizi e le soluzioni disponibili hanno il comune obiettivo di migliorare la vita delle persone che in questo momento si vedono costrette a cambiare le loro abitudini permettendo di:

  • lavorare da remoto, attraverso connettività rapida e gratuita e l’utilizzo di piattaforme di smart working avanzate;
  • leggere gratuitamente un giornale anche senza andare in edicola o un libro senza andare in libreria sul proprio smartphone o tablet;
  • restare al passo con i percorsi scolastici e di formazione, grazie a piattaforme di e-learning.

L’aggiornamento delle offerte gratuite è costante, perciò occorre tenere d’occhio il sito. Nel sito è anche presente un modulo di iscrizione per le organizzazioni che intendono mettere a disposizione gratuitamente i propri servizi.